Ali di carta


Sono ali di carta
Pochi istanti con te
Una briciola in acqua
Ha sfamato anche i re
Il silenzio mi sfiora
Gocce umide noi
Temporale d’estate
Che non sai se temere
O volerne di più
Un pastello passeggia
Foglio bianco su me
Se il pennello
Lo stinge
Sfumature di brividi
Solo dipinge
Logorata la tela
Stucco bianco ripara
Tu testando i sorrisi
Sondi i tuoi paradisi
Storia scritta, parlata,
Dipinta, scolpita, cantata
Poi strappata fra i denti
Di quella scenetta
Non c’ è giorno che io
non ricordi la voce
Del mio animo
Truce il ricordo
Di quella sconfitta
Sotto il letto
Si cela la nostra
Disfatta
Mai giunse il momento
Di stringersi in carne
Gioioso rimpianto
Che ti rende santo
Potresti tradire
Fiducia e timore
Potresti giocare
Parlare d’ amore
Potresti nutrire
La sete col sale
Invece regali
Sorpresa soave
Un posto rimasto
Protetto e nascosto
La grotta più fonda
Nel baratro porta
Indago la strada
Che giunge da te

muelle-de-madera,-mar,-nubes-197965

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...