Nutriti dal sistema


Più  i giorni passano più mi accorgo che questo sistema è fatto per creare esseri dipendenti da esso, a qualsiasi costo.

Da un lato senti dire che non c’è lavoro, che non si vive, che non si mangia.  Parallelamente però ti rendi conto che molte persone preferiscono piangere, lamentarsi, pretendere sussidi, arrivano addirittura ad occupare case altrui, ma non si sa come possiedono macchine, vestiti e smartphone. Donne e uomini curatissimi, che non rinunciano a manicure, pedicure, parrucchiere, palestra e tatuatore, ma parlano sempre di crisi.

Dall’altro vedi imprenditori che si lamentano di un sistema che non funziona di tasse, balzelli e orpelli cui non riescono a far fronte, di stipendi da dare ai dipendenti che non riescono a racimolare, però noti che i nuovi imprenditori appena aprono una impresa come prima cosa si comprano il SUV, li trovi tutti le sere nei locali e li senti parlare di carte di credito, viaggi ai tropici ed investimenti di capitale da fare rigorosamente su conti all’estero.

La sensazione è quella di una diffusa superficialità, unita ad una spropositata sete di avere tutto, che si palesa con arroganza e narcisismo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...