La citta’ di notte


La città
di notte ha un gusto antico
di tufo, di ruggine e calcare
di terra bagnata, di sapone, di mare
qua e la di wisky, di caffé, di cacao amaro
è un pot-pourry di essenze raro
ti scava dentro e ti cattura
mentre ad un tratto ti raggiunge l’odore
del fuoco acceso per le caldarroste,
ed il profumo del forno per la pizza
e quel chiaro sentore di pane
di quel fornaio già al lavoro
É bella la città di notte,
illuminata appena,
fra l’aria umida
che riflette ogni ombra,
ammorbidendone i contorni.
É silenziosa
a tratti interrotta
dal sommesso chiacchiericcio
di una finestra aperta
E nel silenzio
all’improvviso musica
eccheggiano le note
di un pianoforte antico,
che ancora si destreggia
accompagnato
da una chitarra acustica che
arpeggia
Nel circolo dei musicisti
voci roche,
sapore di tabacco e odor di vino,
disegnano le loro armoniche variopinte,
anime sensibili, preziose, tormentate,
incorniciandole con brio
fra andanti e adagi,
note vibranti e scale improvvisate.
Adoro passeggiare in queste strade,
sentirmi a casa ovunque e in nessun luogo,
alzare gli occhi al cielo
a catturar le stelle,
lo sguardo dai lampioni
un po’ abbagliato.
E respirare piano e intensamente
a rimarcare a fondo ogni dettaglio
Tatuando dentro l’anima il sapore
di questi luoghi pieni di emozioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...