Nostalgia


Tu pallida luna

sfiorando la mia pelle bruna

hai disegnato confetti

che mordo come gli specchi.

Io respiro attraverso i pensieri

che ti affido come desideri

croccanti di mandorle e sole

di cocco, di agave e sale.

 

Tu pallida luna

che guardi la mia terra bruna

tu  brilli fra i deserti più ampi

battono cuori e reni distanti

Hai raggi stretti fra i denti

avorio e stelle cadenti

incastonati nel cuore

per raccontare diamanti d'amore

 

Tu pallida luna

sorveglia la mia gente bruna

riposa dopo il tramonto

l'orgoglio scalzo fra i sogni

Se puoi ricama i pensieri

su questo cielo al carbonio

tendi l'orecchio e sussurra al cuore

la nostalgia non fa rumore

 

Annunci

Un pensiero su “Nostalgia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...