Il ruolo della donna e il femminismo


La serie di polemiche scatenate su una testata giornalistica, rispetto allla scelta fatta durante un convegno di far tenere l’ombrello alcune donne “volontarie” ivi presenti, in pieno stile Moto GP, mi ha spalancato l’opportunità di riflettere su quanto sia ipocrita la liberazione femminista.

Se analizziamo il ruolo della donna nella società attuale, ovviamente mi riferisco al macrocosmo nazione italia e al suo microcosmo regione Sardegna in particolar modo, essendo la realtà in cui vivo. Ci possiamo rendere conto che il risultato principale dell’emancipazione femminile sia l’automatismo con cui le donne siano passate da donne mamma e moglie a donne in carriera o comunque lavoratrici a cui continua a rimanere appiccicato il ruolo di madri a tempo pieno e regine della casa.

Una donna che lavora, ancora oggi torna a casa e deve occuparsi di tutto ilresto: casa, cucina, figli, compiti, spesa, bollette, etc… mentre un uomo che lavora, nella maggior parte dei casi, lavora e bo. Poi ci sono il calcio, la tv, le capatine al bar, il relax e fine!

La donna emancipata di conseguenza ha solo avuto un danno dalla sua emancipazione.

Resta comunque priva della sua libertà. Con l’aggravante di non poter più essere libera di scegliere la strada di madre e moglie a tempo pieno, che non implichi anche un lavoro fuori casa. Se mai dovesse fare questa scelta infatti, verrebbe additata come approfittatrice, arrivista e scansafatiche avvezza solo a fare la mantenuta.

Si continua ad urlare allo scandalo quando donne di bell’aspetto prestano il loro corpo e i loro servigi, limitandosi ad apparire, quando una libertà che si rispetti dovrebbe implicare che si possa fare ciò che più ci aggrada.

Una donna che vive di immagine non è una donna trattata come  un oggetto, ma una donna che vuole apparire. Continuare a gridare allo scandalo non fa altro che tenere in piedi uno stereotipo di donna incapace di decidere per se stessa e incapace di difendersi. Una donna senza carattere e senza identità.

Le donne narcisiste che decidono di utilizzare la loro esteriorità per affascinare gli esseri umani di sesso maschile, consapevolmente, sono donne conscie del fatto che l’uomo sia vulnerabile al fascino femminile. Le donne costrette a fare la mamma, la moglie e la donna in carriera, hanno accanto uomini deboli, non all’altezza di una vita alla pari, ma inadatti a portare avanti un rapporto di coppia in cui condividere equamente oneri e compiti, diritti e doveri. Le donne che non possono scegliere la carriera ma restano relegate al loro ruolo di donna e madre per volontà del loro compagno/marito che reputa che lavorare equivalga a”farsi i fatti propri fuori di casa”, hanno accanto uomini deboli e violenti (psicologicamente) incapaci di instaurare un rapporto basato sulla stima reciproca, inadatti al loro ruolo e insicuri ed instabili mentalmente, ossessionati dalla gelosia e dal timore di non essere all’altezza della loro compagna.

In definitiva sono convinta che il vero anello debole nella catena dell’essere umano in ogni casobin cui la donna viene privata della sua liberta’ di scelta, sia l’uomo ed esso utilizzi la coercizione per garantire la continuità al suo ruolo di “capo famiglia” e “proprietario” della propria donna.

Le donne meritano di essere libere di poter esercitare il proprio libero arbitrio senza per questo essere additate come libertine, pazze o poco di buono.

La società deve ancora crescere molto, ma credo che proprio la donna abbia in tal senso un ruolo chiave che può esercitare in qualità di madre, formando l’educazione dei figli maschi, basandola su sani principi e  sull’empatia. E’ proprio il sapersi mettere nei panni dell’altro, infatti, a poter fare la differenza.

 

Annunci

3 pensieri su “Il ruolo della donna e il femminismo

  1. Scusami…..premetto che mi piace ciò che scrivi ma al.eno per la mia esperienza da cinquantenne Vedo che per la maggior parte non è come ci descrivi…..vivo con quattro donne e credimi faccio di tutto ma anche chi mi circonda è simile a me…..poi hai ragione nel dire che ci sono esseri che di uomo non hanno niente ma da qui a dire che noi siamo l’anello debole …..mha

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...