Il treno


Immagini come bagliori

che l’occhio non coglie

distratto

distolto

nella sua diffidenza raccolto

 

Piedi braccia e mani

visi umani

vite di fretta

calpestio fra la ressa che aspetta

attendendo il suo turno

 

Colori che a sprazzi

si svelano dal finestrino

offrendosi intatti

fra i grigi continui e compatti

dei tetri palazzi

 

poi un attimo

tutto si ferma

la meta è raggiunta

la calca mi pressa

devo scendere

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...