Notti di tormento


L’innata ricerca di sè,
nel se sconfina,
di ipotesi si nutre
a sè ti lega
se indugi
imperturbabile
oscillazione
d’animo e d’umore
come cappio e intralcio
ricatta ogni tuo passo
dai dubbi scosso
vacillante aspettativa
come pioggia attendi
che dal ciel
piova certezza
che il lampo ti palesi
frastornante
il tuo cammino
sui sassi
scalzo piede
esitante stenta
ma il temporale non arriva
e inaridito
l’animo si attarda
in notti di tormento
e giorni bui di disturbato sonno
mai più riposo
non oso
vivo la vita
senza domande
non ho nè colpa
nè soluzione
se la mia mente
ha inseguito il sogno
senza trovare
realizzazione
saran le gocce
come acqua acida sulle rocce
che mi consumano la volontà
che mi sussurrano strane voci
io non le ascolto
ma urlano forte
qualche volta
vorrei la morte.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...