Ci hai lasciati qui


Emozioni che scottano
Come acqua bollente
Sentimenti straripano
Tu lava incandescente
Sono instabili sfoghi
Di mortale veleno
Che leniscono roghi
Disagio senza freno
Frastornato dai suoni
Che disturbano il tuo cuore
Circondato da immagini
Che distorcono il sole
La tua mente ti invita
A spaziare nel vuoto
Gravità che ti sfida
Oltre c’è il maremoto.
Tinteggiando il soffitto
Del tuo animo stanco
Hai nascosto il dolore
Sotto una mano di bianco
Ma le spore del male
Sono come la muffa
Ricoprirle non serve
Loro restano li
Attendendo il momento
Di distruggere il cielo
Che credevi sereno
Mentre non è cosi.
Ad uno ad uno gli attimi
In cui hai creduto e speri
Ritornano a trafiggerti
Con sentimenti austeri
Se cerchi di nasconderli
Si fanno prepotenti
Maestri di tortura
Li stringi fra i tuoi denti
E non esiste balsamo
Che sappia consolare
Se provi ad ubriacarli
Ti fanno ancor più male
Son droga nelle vene
Che non sai controllare
Ne cerchi un’altra dose
Eterno funerale
Ma tu vuoi farti forza
Saltare quel burrone
In fondo il tuo timore
E’ solo una prigione
Potresti anche cadere
Sprofondare con rumore
Sarebbe solo un attimo
Finirebbe il tuo dolore
Un volo a braccia libere
Libero come il vento
Un’ attimo prima di schiantarti
Forte sul cemento
Adesso avresti il meglio
Ma hai chiesto di finire
Di chiudere quel presente
Che non sapevi gioire
Adesso cosa resta
Il tuo nome sulla pietra
Non soffri più davvero
Ma ci hai lasciati qui.
Qui soli senza te.

14-7-04-suicidiomoderno-sabrinafalzone-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...