#chenepensatedi#visualizzazione


Ecco un’altra cosa molto interessante sulla quale vorrei conoscere le vostre opinioni.

Avete mai sentito parlare di visualizzazione? è uno dei nuovi metodi di crescita personale molto diffusi fra i personal coach..

Cosa ne pensate?

l’avete mai provata?

secondo voi funziona?

Commentate per farmi conoscere le vostre opinioni

Per chi non apesse cos’è  riporto l’ articolo di un’amica che ne parla approfonditamente.

Ultima pratica alla quale dedicherà un intero post: la VISUALIZZAZIONE.

Introduzione
Come per l’affermazione, ho avuto problemi ad immergermi e a capire a pieno questa pratica un po’ naif, mi sembrava strano dover immaginare me stessa in una vita ideale nel futuro, ma con il tempo ho imparato ad implementare questa pratica e sono sicura che piacerà anche a voi!

La Visualizzazione, i nostri errori e come rimediare
Dopo che con l’affermazione avrete messo nero su bianco e vocalizzato ciò che volete raggiungere è necessario andare a visualizzarlo per imprimerlo ulteriormente nella vostra mente.
Le persone però sono programmate per fare due grandi errori nella propria quotidianità:

  • vivere nel passato rimpiangendo ciò che avrebbero potuto fare; quante volte vi è capitato di ripetervi frasi come “avrei dovuto fare questo, avrei potuto dire quant’altro, ecc”. Tutto il tempo e l’energia che si spendono per fare questo si possono facilmente riorganizzare per vivere nel futuro e visualizzare tutto ciò che si vuole raggiungere.
    Più dettagliata sarà l’immagine che proiettiamo del nostro futuro più benefici avremo.
    Ci si può tranquillamente godere il processo che si attraversa per raggiungere il nostro obiettivo, possiamo immaginarci il giorno stesso o anche il giorno successivo, partendo da come saremo vestiti arrivando a pensare alle emozioni che proveremo in quel momento, alla gioia e la soddisfazione da cui saremo pervasi.
    E’ inevitabile che tutto questo crei positività nel nostro cervello e che pian piano vada a spazzare via l’alone di negatività portato dal rimpianto.
  • sentirsi inadeguati pensando ad un futuro “troppo di successo”, ai primi tentativi di visualizzazione infatti ci sarà il rischio di pensare “è troppo per me non lo merito, non ne sono in grado, ecc”; lasciatevi dire che nonostante tutte le crisi che il mondo vive giorno dopo giorno, paradossalmente siamo una generazione molto fortunata, abbiamo tutti i mezzi e le possibilità per diventare le persone che vorremmo ma la verità è che siamo troppo pigri o impauriti per andare a prenderci ciò che vogliamo veramente, è per questo che cambiare il modo di pensare visualizzando l’obiettivo a cui si vuole tendere, a chi sarai in quel momento, a cosa sei disposto a fare per arrivarci e quali sono le tappe necessarie ci farà cambiare assetto mentale e ci permetterà di raggiungere i nostri obiettivi.

 

Nella pratica: la Vision Board
Per aiutarmi nella pratica della visualizzazione ho deciso di creare una Vision Board: ma che cos’è una Vision Board? Non è altro che una bacheca reale o virtuale sulla quale andare a mettere tutte le foto e le frasi che riguardano il nostro obiettivo.
Per mancanza di tempo momentaneamente ne ho creata una virtuale su Pinterest, nella quale aggiungo continuamente immagini  che mi motivano e mi aiutano a visualizzare ciò che voglio raggiungere nel mio futuro.
In queste vacanze di Natale però ho in programma di organizzarmi per reperire tutto il materiale necessario per crearne una reale, personalmente infatti credo sia più funzionale averne una appesa al muro della stanza vicino al letto, in modo tale che ogni mattina alzandomi sarà la prima cosa che vedrò (senza dover prendere il telefono o il pc per andare a consultarla) e mi ricorderà il motivo per cui dare il meglio di me ogni giorno.

via S A V(isualisation) E R S — Riparto da qui

Annunci

3 pensieri su “#chenepensatedi#visualizzazione

  1. Io ne penso bene. I percorsi interiori allenano. Anche quando non ci credi molto, ma ti sforzi per stare sul pezzo. Allenarsi a sorridere dopo un po’ ti permette a tirare fuori la testa da nuvole nere e questa tecnica ti indirizza verso un risultato. La trovo stancante e non mancano i contraccolpi nel caso di fail, ma incanala lo sforzo per il miglioramento.
    Quantomeno è più semplice della psicocibernetica di Maltz. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...