A piedi scalzi nella mia anima


A piedi scalzi

nel sacrario

del mio sentire

calpesto ossa

mal seppellite.

Ancora non ho ali

per volare

nè incenso

per santificare

la mia esistenza.

Mi accascio

sull’argilla

del mio cuore

Cerco le impronte

del mio passato

per cancellarne

i lembi.

Poso l’orecchio

sui sassi

che mi lapidarono.

Urlano

sangue e senno

Scottano

come braci

Carne viva

non cicatrici

China

sulle ginocchia

prego

che il tempo

le cancelli.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...