La morte dell’amore


Ti ho regalato i miei anni migliori

Gradini e funi a cui aggrapparti

Per uscire dai tuoi giorni bui

Ne hai fatto reti in cui ingabbiarmi

Cappi con i quali soffocarmi

Fino a farmi scordare chi sono

Intrappolata nella ragnatela dei miei stessi sogni

Manipolata ed annodata ad arte dal tuo egoismo

Ho perso il senso dell’ orientamento

Gettando àncora, vele e motore

Nell’ attesa di un porto che era solo un miraggio

Il preludio della morte dell’amore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...