Ode alla Poesia


A te che intrecci versi
d’uncinetto
l’augurio d’aver sempre
bisso e seta,
per disegnare veli
che proteggano le ossa,
per conservare i cuori
preservandoli dal tempo.

Su delicati scialli,
come fossero ermellini,
parafrasi di vita
che ci abbracciano le ciglia.
Su braccia infreddolite
intessute di ciniglia
le confessioni tenere
di madre e poi di figlia.

L’amore è un materasso
di nuvole e di viole,
giaciglio oppure nido,
rifugio in cui scappare.
Aprendo cuore e anima
per fare entrare il sole,
spalanchi le finestre
su sentimenti e amore.

Il male che ha ferito
la tua pelle di seta
tatuato con l’inchiostro
delle stelle cadenti
la tinta di una vita
di menta e d’alabastro
della ricerca strenua
di salvarci dal disastro

Delicata artista
variegata di emozioni
lo scrigno del vissuto
che tu specchi e ci rifletti
è musica di luna
Parole di cotone
arcobaleno abbracciano
Come bolle di sapone

Donna tu incanti sentieri
dipingi stagioni
scenari i tuoi sogni
distanze fra stanze di giorni
attraverso i tuoi versi
a ogni pagina un filo
che ti lega e ci lega
a parole suadenti.

Stringendo il dolore fra i denti
Soffiando più forte
per spazzare nubi
Lontano dal sole
Con versi e parole
Nei tempi più cupi
Vicini alla morte
Hai speso il silenzio d’intenti

Hai pianto sui tuoi passi stanchi
piantando nei vasi dei tuoi sentimenti
Rimorsi e rimpianti, parole sementi
Cogliamo i tuoi chicchi di sole al mattino
che pigi per farne buon vino
dal mosto del nostro dolore
distilli parole che curano il cuore
col siero della libertà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...