Senza pelle


Incappucciato

l’arcolaio dei giorni

indaghi attento

corpi senza volto

volti senz’occhi.

Donne fragili

confuse, illuse,

cui appendere i tuoi giorni

tessendo collose ragnatele

per catturarne i sensi e le attenzioni.

Con spire di serpente le avvinghi.

Possenti chele di granchio

recidono ogni freno inibitore

Penetrata l’anima

con i tuoi velenosi aculei di passione

disperdi in vacui amplessi

ogni preziosa stamina

che ti appartiene.

Non sarà un patto a salvarti

non un compromesso

né il tempo

solo lo specchio!

Occhi negli occhi troverai

ad occhi chiusi

se ascolti il cuore

di chi ti sente da sempre

Avvelenato dall’interminabile

tossica attesa

che invano attende il tempo

di un bacio eterno

senza pelle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...