Parole Apostrofate


Parole Apostrofate

Amo gli Apostrofi. Sono come piccole gocce di pioggia su una faccina che ride. Sono piccole parentesi di sottinteso che trasformano un fiume in una piccola parte del tutto. Gli apostrofi sono briciole di istanti mancanti, di sorrisi negati oppure piccole alcove di gioia fra parantesi di silenzio. Ed io è lì che amo stare fra la piega dei tuoi sorrisi più teneri, in quel ciglio che scappa quando mi guardi e non ti vedo, in quel brivido che mi attraversa incrociando i tuoi occhi profondi. Li, in quell’attimo imprevedibile, in quel gesto non pianificato, in quello sguardo di intesa che nessuno noterà. Lì, fra le lenzuola stropicciate di una notte ancora giovane, in un ballo improvvisato, sul bordo di un tavolo aggrappata ai tuoi baci. Non mi troverai fra muri di indifferenza, né fra cascate di orgoglio e malumori. Sono già andata via, cone l’ultima lettera di una parola apostrofata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...