Immagino


immagino spazi senza confini in cui corrrere fino a consumarmi i piedi orologi senza lancette nè imperituro battito ad attenderci e costringerci la gioia ad impedirmi il sonno ed il respiro e le tue mani  a ricamarmi il cuore

Non basta


Non basta Respirare a pieni polmoni per sentirsi vivi, sfondare con lo sguardo il muro del cielo per sentirsi parte dell'universo, ridestarsi nel cuore della notte ad anelare la libertà da questo mostro tirannico che ci schiavizza ci schiaccia ci omologa ci confonde cancellando ogni individualità, spremendo le nostre anime, calpestando i sogni, distruggendo il … Continua a leggere Non basta

L’ urlo del cuore


Triste torpore mi annebbia la mente Mentre il rancore mi acceca il presente rimbomba l’urlo del cuore straziato negando il sonno ristoratore Siedo fissando lo sguardo nel vuoto Con gli occhi fermi sulla bottiglia Penso che adesso non voglio pensare Vorrei soltanto dimenticare Cancellare gli errori fatti Non praticare i passi sbagliati Mentre le lacrime … Continua a leggere L’ urlo del cuore

Desideri


Pezzi di anima fra le righe dei miei pensieri ad inseguirsi fra pozzanghere di desideri felici come bambini non ancora nati abbracciati nel ventre tiepido del sentimento attaccata al capezzolo dell'amore per surgerne l'ambito nutrimento mi sazio del suo fiele che miele ingannatore del tormento confonde ciò che sento.

Il tempo del ristagno


Il ticchettio dell'orologio imperturbabile continua a scandire gli attimi mentre del tempo non ci importa. Rimbomba come campana stonata in una notte senza fine avvolta in una scia di spezie e blues. Inseguo ritmi non consueti, indecifrati, amletici dubbi e sentieri di pensieri contrastanti. Fieri nel loro comparire mi raccontano inquadrature differenti. Impertinenti strillano le … Continua a leggere Il tempo del ristagno

Un ultima volta


Vite scorrono come binari calpestati dallo stridio dei giorni senza i quali non avrebbbero senso d'essere a tratti si incontrano ai bivi cruciali dell'evoluzione interiore sfiorandosi appena per dirsi "Son qui non lo scordare" Fra il fragoroso scintillio di quelle impietose ruote che continuano inarrestabili a trasportare il tempo avanti e indietro riempendolo di corpi … Continua a leggere Un ultima volta

Lacrime amare


Dietro vetri che trasudano freddo lacrime scorrono Cautamente prepotenti Mimetizzate col gocciolio delle finestre Amaro veleno Vomitano Ansie vibranti di sacrifici Fiumi di disperazione Fragile come cristallo L'anima scaccia l' insensibile coperto di spine. Niente aculei, nè pungiglioni Trafiggeranno più Il cuore Celato ormai da solido granito mai più facile preda Difeso dalla brutale marcescenza … Continua a leggere Lacrime amare

Quadro perfetto


Verranno i giorni in cui Bronzea Pascia Di luce abbagliante D'acqua rigenerante D'aria tiepida Osserverò a distanza Il mondo Coi suoi mutevoli colori Le sue diversificate forme I suoi profumi intensi L'anima senza tempo Come dall'alto Appagata. Tutto sembrerà piccolo e lontano Quasi insignificante. Riderò di ciò che è stato Come mai risi A rivedere … Continua a leggere Quadro perfetto

Ordigno imprevedibile il cuore


Ordigno imprevedibile il cuore. Ottenebrato dal suo stesso ego che dominarlo tenta e vuole e ci riesce. Nuvole ne cancellano come scie le iperbole Per irrorarlo di saggezza e piombo Per trattenerlo e siggillarlo in gabbie protettive. Sbuccio i sentimenti come noci per nutrirmi del solo mallo Caratteri stampati a fuoco rammemorano Brucianti scottature. Sentieri … Continua a leggere Ordigno imprevedibile il cuore

Il filo dell’anima


Filo spinato stringe l'anima e t' impedisce la felicità io provo a disegnare nuvole ma il vento poi le spazzerà Strade desolate, fradice Di abbracci intrisi di malinconia Sguardi inteneriti e flebili Che sciolgon cappi d’orgogliosa via. Incatenati sogni oppressi Incrostati al sale dell'aridità seccano ricordi e brividi facendo un rogo dell'affinità. Immobile lo sterno … Continua a leggere Il filo dell’anima