Amaro calice


Cotonosi abbracci come uova di ragno da cui non separarmi. Lacrime di nostalgia postuma di cui mai liberarmi. Il tempo del raccolto mi scuote inatteso. Neve fuori stagione spreme corposi grappoli di succo gelato. Il brindisi per quest'epilogo liso e consunto amaro calice mi porge a suggellare la disfatta. E allora perché  tremo?

Di pizzo i passi


Di pizzo i passi in bilico sul filo del tempo stentano Nostalgici occhi guardano a notti di luna pallida che furono Forbici lente recisero quel cordone. Ali di gabbiano abbandonasti per altri celi. Funambolo del presente con occhi schivi, passi sospesi posi sull'erta che porta al domani. Inerpicata senza più luna priva di fronzoli con … Continua a leggere Di pizzo i passi

Senza pelle


Incappucciato l'arcolaio dei giorni indaghi attento corpi senza volto volti senz'occhi. Donne fragili confuse, illuse, cui appendere i tuoi giorni tessendo collose ragnatele per catturarne i sensi e le attenzioni. Con spire di serpente le avvinghi. Possenti chele di granchio recidono ogni freno inibitore Penetrata l'anima con i tuoi velenosi aculei di passione disperdi in … Continua a leggere Senza pelle

Scaduto è il tempo


Il vento mi attraversa un uragano di ricordi grigi e piovigginosi Rivedo te che mi abbandoni attacchi di panico a incancrenire i passi ed emozioni come vulcani e rabbia come sassi Rigurgitando gli alibi che inghiottivo a bocconi te li vomito addosso fino a inaridirmi il fegato e a seccarmi i polmoni. Grido mentre rivedo … Continua a leggere Scaduto è il tempo

Sensibilità e pessimismo


Una estrema sensibilità fa sì che il tuo animo assorba per osmosi ciò che ti circonda, diventi parte di quel tutto che come un ghiacciaio enorme congela ciò che tocca.  Il mondo non emette amore ma freddo e odio da cui il senso di vuoto e  solitudine di certe anime.  Facile etichettarli come pessimisti, come … Continua a leggere Sensibilità e pessimismo

IL QUARTIERE STRANIERO


Ticchettio di passi su sassi antichi stradine strette echeggiano mentre profumi di mondi lontani si fondono con il mediterraneo aroma delle vie più antiche Colorate tele arancio azzurro e glicine friggono coi loro pendagli scintillanti d’argenteo brillare le spezie calde riempiono l’aria ed i polmoni fra i fumi tiepidi dei cibi in cottura Allegro canto … Continua a leggere IL QUARTIERE STRANIERO

#sull’amore


C’è chi vive mille vite, indossandole come abiti da provare, stropicciare, consumare, o semplicemente mostrare, per poi sentirsi perennemente nudo e trasparente nella propria indomita ed incompresa essenza. Ah, la sensazione di specchiare la nostra anima in un pozzo di energia rigenerante, il lago degli occhi dell’amato, innanzi al quale ogni veste è un inutile … Continua a leggere #sull’amore

Sei cielo stellato


Guardo il cielo stellato come fosse irraggiungibile eppure lo sento palpitare e fluire dentro me come il sangue che ho nelle vene. Mi disturba qua e là il rombo di qualche auto solitaria che copre il silenzio, unico suono che la mia anima tollera a quest'ora. Mi ascolto.Ti sento. Fra quelle stelle brilli anche tu … Continua a leggere Sei cielo stellato

MA TU CI PENSI MAI


IN QUESTA SERA CHE SA DI MUSICA E CHITARRA DI LUOGHI AL DI LA DEL MARE DI VOGLIA DI ESPLORARE ANCORA MI CHIEDO COSA CI TIENE UNITI AMORE CHE COSA CI HA LEGATO IL CUORE OLTRE OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO OLTRE OGNI TENTAZIONE ED OGNI AMARA DELUSIONE COSA CI FERMERà SEDUTI SU UNA PANCHINA IN RIVA … Continua a leggere MA TU CI PENSI MAI

Protagonisti sconosciuti


E non so se sono sveglia o se già dormo mentre penso al tuo sorriso e poi sorrido all'irriverenza del tuo esser vivo ed esserci costantemente sempre col sorriso. Le mani prive del giusto contatto, occhi che specchiano l'attesa che i ricordi si ripetano, arpeggi di chitarra a raccontar poesie. E non so se sto … Continua a leggere Protagonisti sconosciuti