Ladro d’infanzia


Sguardi lascivi Su pallide carni pensieri invadenti Rimbombanti Sbaragliano ogni decenza. Purpurea tela Pronta a strapparsi L'etico freno‎ sotto I tentacoli sinuosi Del desiderio Oltrepassa le porte‎ Dell' inibizione. Fugaci bagliori Frementi di piacere Colorano retine Consunte ancorate al grigiore del presente Rendendole serve Di fotogrammi erotici. Prepotenti contorsionisti Dell' anima schivano ogni reticenza Calpestando … Continua a leggere Ladro d’infanzia

Notte


Ho dei vaghi ricordi relativi alla mia infanzia. Sono quasi tutti legati a mio padre. Per lungo tempo si cancellarono e riemersero come sogni, tanto che a un certo punto iniziai a dubitare che fossero realmente accaduti. Realmente credevo di averli solo immaginati, nelle mie notti agitate da incubi più o meno reali. Quanto ho … Continua a leggere Notte