PAPPAGALLI AMMAESTRATI


La chiamiamo normalità ma ora è più una malattia. Quotidiana semplicità che assomiglia alla follia. Noi dobbiamo apparire, dobbiamo mostrare lo stile di vita che piace alla massa. Se mostri possiedi. Se lasci una traccia il social ti guida, ci metti la faccia. Tu posti e pretendi commenti e mi piace ma blocchi e nascondi … Continua a leggere PAPPAGALLI AMMAESTRATI

Annunci

il tetro ordito


D’impulso seguivo Il ticchettio stonato E sempre uguale Dell’imposto stereotipo Di stato Burattinai compiti Solerti e vigili Guidavano I movimenti della massa Pecora senza lana né mammelle d’un tratto carne da macello io divenni dopo che madre vedova di figlio fui allo sterminio s’andava in massa né pianto né lamento né bisbiglìo sol gemiti sommessi … Continua a leggere il tetro ordito

Nessuno saprà mai


La città ingoiata dalla nebbia Ha un acre sapore di desolazione Pare avvolta da un gelido manto di solitudine e finzione umido abbraccio ipocrita e disperato per chi ha perso i sogni suoi ma dà un senso di tranquillità non vedere la grigia realtà. Cela agli occhi ogni dettaglio l'imperfetto non ha spiraglio Abbaglio che … Continua a leggere Nessuno saprà mai