Giuseppe Conte da L’Ultimo Aprile Bianco


E INTANTO I NOSTRI DESIDERI SI CERCANO SPIETATAMENTE DENTRO I MARCIAPIEDI AFFOLLATI (Giuseppe Conte da L'Ultimo Aprile Bianco)

Annunci

VENNERO A PRENDERE ME, E NON C’ERA RIMASTO NESSUNO A PROTESTARE | Sirena Guerriglia Blog


“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un … Continua a leggere VENNERO A PRENDERE ME, E NON C’ERA RIMASTO NESSUNO A PROTESTARE | Sirena Guerriglia Blog

Albert Einstein


Ogni minuto che passi ad arrabbiarti perdi sessanta secondi di felicità! - Albert Einstein -

Quelle come me – Eugenia De Bella


Questa poesia attribuita erroneamente ad Alda Merini è in realtà opera in suo onore scritta da una sua fan nel 2005 e poi condivisa su un sito di poesia: http://www.aurorablu.it Bellissima al punto da essere stata letta addirittura da Gianna Gesualdo di cui propongo il video tratto da you tube e cantata da Monica Guerritore … Continua a leggere Quelle come me – Eugenia De Bella

Ezra Pound


Il pensare divide, il sentire unisce. Ezra Pound.

Lev Tolstoj


“Uccidendo, l’uomo sopprime anche in se stesso le più alte capacità spirituali, l’amore e la compassione per le altre creature viventi e, sopprimendo questi sentimenti, diventa crudele.” (Lev Tolstoj)